logo

 

 

Per due anni e mezzo ho seguito da vicino, all’interno di un gruppo di lavoro, la revisione del regolamento parlamentare (https://goo.gl/v28TSc). Ho potuto così vedere che cosa significa avere a che fare con i professionisti della politica che si dicono democratici e trasparenti a parole, ma poi non perdono occasione per difendere i loro privilegi ed osteggiare la trasparenza ed i diritti delle minoranze.

Così le modifiche approvate sono state, come ho già avuto modo di dire, un’occasione mancata sotto molti aspetti. Noi tuttavia abbiamo fatto del nostro meglio cercando di indicare quella che, a nostro avviso, la strada da percorrere. Così un piccolo cambiamento in favore della trasparenza è stato introdotto: il nuovo articolo 208 prevede, a questo proposito, che anche i voti finali dei pareri avverrà per appello nominale (roll call vote). I cittadini hanno infatti il diritto di sapere come votano i loro rappresentanti. Un piccolo granello di sabbia che rappresenta un passo in avanti per una maggiore trasparenza trasparenza. Noi continuiamo a combattere sempre a difesa degli interessi dei cittadini!


I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok